logo
Valdama Identity

VALDAMA, UNA STORIA DI ALTA ARTIGIANALITA'

 

Le origini

Valdama nasce nel 2005. Fondata da Daniele Vitali, ha sede nel distretto industriale di Civita Castellana ed è specializzata nella produzione di lavabi e sanitari in ceramica di alta qualità. La conoscenza della materia e del know-how di lavorazione del prodotto ceramico è in realtà di lunga data. Si basa, infatti, sull’esperienza ereditata dalla precedente azienda di famiglia – la Varm fondata nel 1979 da Gastone Vitali, padre di Daniele,  dedicata alla produzione di piatti e complementi per la tavola di eccellenza artigianale, completamente fatti a mano. 

 

La produzione

Proprio su questo background Valdama ha costruito le linee guida della  sua produzione. Nel suo assetto industriale l’azienda ha mantenuto, infatti, la flessibilità organizzativa e produttiva del modello artigianale, che costituisce oggi un significativo segno distintivo che la differenzia dalle altre aziende del settore.

La possibilità di produrre, di volta in volta, serie limitate di prodotti utilizzando forni di cottura indipendenti e la possibilità di alternare agevolmente gli stampi in produzione, rappresentano due grandi vantaggi in termini produttivi e di mercato che permettono all’azienda di rispondere con una tempistica veloce a richieste specifiche e esigenze speciali dei propri clienti. La cura del procedimento manuale in fase di finitura consente, infatti, di personalizzare colore ed effetti. 

 

Design e prodotti

L’azienda si avvale dell’art direction di Prospero Rasulo, designer e artista con una forte esperienza nel settore del bagno e un personale approccio al progetto che ha orientato fin dall’inizio la strategia di Valdama  e la messa a punto di un catalogo innovativo di prodotti.

Tecnica e funzionalità sono alla base della filosofia di sviluppo prodotto insieme all’aspetto emozionale e sensoriale della materia e delle sue forme. Luminosità e particolare gradevolezza al tatto sono gli effetti materici salienti che caratterizzano i prodotti Valdama.

L’obiettivo è quello di distinguersi nel panorama internazionale del bagno con una personale cifra stilistica capace di dare agli oggetti d’uso, consolidati dal punto di vista tipologico, un respiro più aulico avvicinandoli a diventare dei piccoli capolavori di qualità e armonia quotidiana.

 

La ricerca

Valdama ha avviato al suo interno un programma di ricerca e sperimentazione volto a un costante miglioramento della qualità del materiale e all’affinamento delle tecniche produttive che permette di realizzare progetti capaci di orientare i trend di design del settore, e di proporre dettagli e finiture inusuali e innovativi.

La sperimentazione delle forme nasce sempre da una visione concettuale, dovuta alla formazione artistica e al senso di composizione spaziale di Rasulo, per poi confrontarsi con la tecnologia e rendere possibile qualcosa che prima era impensabile.

La ricerca del colore, basata sulla sua conoscenza e il suo skill pittorico,  è un altro tassello importante, che ha condotto a realizzare per lavabi e sanitari una gamma cromatica innovativa, sofisticata, in linea con le tendenze più evolute dell’architettura contemporanea. L’obiettivo è di raggiungere una totale esclusività di prodotto e di unicità del brand.

 

Qualità artigianale made in Italy

L’eccellenza qualitativa è la mission di Valdama. La realizzazione di ogni prodotto mette in campo molta energia e ha implicazioni complesse di cui tener conto: la materia, il lavoro umano, il rispetto per l’ambiente, la responsabilità sociale d’impresa. Per questo è necessario creare oggetti durevoli, di alta qualità, disegnati e costruiti con passione e con la più attenta cura manuale. Manufatti unici e speciali capaci di raggiungere il livello più alto di quell’artigianalità tipicamente italiana che il mondo ci ammira.

 

Ecologia e sostenibilità

Valdama ha intrapreso negli ultimi anni un processo evolutivo di trasformazione del processo produttivo secondo la visione ecologica e sostenibile per ridurre l’impatto e il consumo energetico complessivo e l’immissione di CO2. Il  forte investimento realizzato  per sostituire gli impianti  di produzione è stato completato a fine 2020 con questi grandi interventi:

  • Sostituzione del forno principale di cottura con un altro di concezione estremamente moderna con tiraggio rovescio che consente risparmi di consumo di metano sino al 30% di quello consumato precedentemente, con qualità migliore del prodotto. Ogni metro cubo di metano risparmiato riduce il quantitativo di gas serra emesso di 1.8 kg. Sulla base del consumo annuo del forno si ha una riduzione di emissione di CO2 pari a 350 tonn/anno.
  • Installazione di un impianto fotovoltaico da 157,08 kW in grado di produrre 199617 kWh annue con riduzione di emissione di CO2 (gas serra)  pari a 60 tonn/anno.
  • Sostituzione delle lampade esistenti con corpi illuminanti LED ad alto rendimento per ridurre il consumo energetico e quindi di generazione di CO2, che consente un risparmio annuo di 57.000 kWh  pari a 18 tonn/anno di gas serra
  • Sostituzione delle due stazioni di compressione dell’azienda con compressori ad alto rendimento ed a giri variabili per copiare le necessità effettive dell’azienda, senza dissipazione di aria in eccesso.

L’evoluzione degli impianti dell’azienda si traduce complessivamente oggi in una minore immissione di gas serra in atmosfera di oltre 440 tonnellate annue